La corsa e la cucina fanno (del) bene

250 km, 100 partecipanti, 7 giorni, 6 tappe, 1 giusta causa.

Quando abbiamo saputo della nuova impresa di Oliviero Alotto nel deserto del Gobi, siamo rimasti colpiti da questi numeri, ma sopratutto dalla motivazione che ha spinto il giovane responsabile di Slow Food Torino a mettersi di nuovo alla prova: attirare l’attenzione delle persone sul fenomeno della desertificazione provocato dal riscaldamento globale. Diciamo “di nuovo” perché già nel mese di giugno, Oliviero ha percorso 200 km di corsa e in canoa lungo le zone selvagge della Groenlandia per sensibilizzare l’opinione pubblica sui cambiamenti climatici che, in questo caso, hanno portato allo scioglimento dei ghiacciai.

Continua a leggere

Un tonno pescato in cascina: un’esclusiva “Made in EraGoffi”

“Prima trovi il prodotto, poi ci costruisci la ricetta. E non viceversa”. Lorenzo Careggio, chef di Eragoffi, la materia prima per il suo tonno speciale l’ha trovata in una cascina di Castagneto Po. La ricetta invece è sua personale, reinterpretazione di una ricetta tradizionale piemontese: il tonno di coniglio o di pollo. E sta andando a ruba (anche la confezione)! Ecco tutta la storia…

Continua a leggere

Il regno delle verdure

Dopo quella sulle carni, questa nuova conversazione con Lorenzo Careggio non poteva che vertere sulle verdure, sull’utilizzo che lo chef ne fa da Eragoffi e in Cantina da Licia, ma anche sulle sue preferenze personali e i suoi ricordi in fatto di vegetali. Da essa traspare un’educazione al rapporto con il cibo e la natura, che oggi fanno di lui una persona con passioni sane e genuine, un gusto per la scoperta e la creatività in cucina che ci porta a pensare: queste non sono semplici verdure!

Continua a leggere

Queste non sono semplici carni

Continuando e approfondendo il discorso sui “semplici sapori genuini”, abbiamo chiesto allo chef Lorenzo Careggio di accompagnarci alla fonte delle materie prime che poi trasforma in piatti e ricette che tanto semplici non sono. Oggi esploriamo con lui il mondo della carne. E vi facciamo scoprire allevatori che sono dei veri personaggi, alcuni preziosi segreti di cucina, ma soprattutto cosa mangiate quando mangiate la carne da Eragoffi.

Continua a leggere

Intervista a Lorenzo Careggio: la filosofia della semplicità.

Abbiamo incontrato lo chef Lorenzo Careggio nel salottino di Eragoffi, davanti a un bicchiere di bollicine e a un gustoso “benvenuto”: le focaccine servite con chips di cavolo riccio. Lo scopo era quello di conoscere un po’ meglio la sua personalità, il suo modo di interpretare un mestiere reso molto popolare dalla massiccia esposizione mediatica dell’arte culinaria, dei cuochi e delle ‘stelle’. Ne è scaturita una piacevole chiacchierata in cui Lorenzo ci racconta di se e del “dietro le quinte” del suo ristorante. Chiacchierata, dalla quale risulta evidente che, venendo a mangiare qui, ci si mette in buone mani.

Continua a leggere

Da Eragoffi i grandi vini del Piemonte.

In un ristorante che fa della riscoperta e reinterpretazione dei grandi piatti della tradizione e delle materie prime del territorio uno dei suoi principali aspetti distintivi, non poteva mancare un’attenzione particolare anche nella scelta dei vini che accompagnano le raffinate proposte dello chef Lorenzo Careggio.

Continua a leggere

Il nostro Chef Lorenzo Careggio tra le stelle di “Degustando”!

Per festeggiare i suoi 12 anni di attività Eataly Torino ha invitato 12 grandi chef di rinomati ristoranti torinesi a creare i piatti di quella che si preannuncia essere una cena… stellare. E tra loro, tutto lo staff di Eragoffi è orgoglioso di vedere anche il nome e il volto delle mani pensanti della cucina del nostro giovane ristorante, Lorenzo Careggio.

Continua a leggere

ERAGOFFI interpreta le eccellenze enogastronomiche piemontesi: Il tartufo bianco di Alba.

Se siete amanti del tartufo, segnatevi in rosso sul calendario questa data: giovedì 6 dicembre. Perché il ristorante ERAGOFFI e lo chef Lorenzo Careggio propongono un appuntamento particolare dedicato a una delle eccellenze del territorio piemontese: la cena a base di tartufo Bianco di Alba.  Sicuramente molti di voi ne conoscono  l’intensissimo profumo e sapore,  forse un po’ meno la storia e il motivo per cui  è così prezioso e ricercato. Ecco allora alcune curiosità dalla sua carta d’identità.

Continua a leggere